Mario Pittoni

SCUOLA: PITTONI (LEGA), TONI OFFENSIVI MINISTRO CATTIVO ESEMPIO 

 

Roma, 11 feb. - "I precari della scuola non domandano di sapere in anticipo cosa verrà loro chiesto nel concorso, ma solo di potersi preparare, come avviene normalmente negli altri comparti della pubblica amministrazione. Stravolgere il messaggio trasformandolo in una pretesa da "furbetti", è una scorrettezza dalla quale una politica degna di questo nome è il caso prenda le distanze. Purtroppo il premier Giuseppe Conte e i partiti che lo sostengono M5S, PD, Italia Viva e Leu continuano a far finta di nulla sui toni offensivi sistematicamente utilizzati in particolare dal ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina». 

 

 Lo dichiara il senatore della Lega Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

PITTONI (LEGA), DDL PER SUPERARE NUMERO CHIUSO A MEDICINA PARTENDO DAI LICEI

 

Roma, 7 feb.- «Inserire l'indirizzo biomedico tra le opzioni dei licei classici e scientifici come primo passo verso il superamento del numero chiuso nell'accesso ai corsi universitari di medicina. Lo prevede il nostro disegno di legge sottoscritto da tutti i senatori leghisti». Ad annunciarlo è il senatore della Lega Mario Pittoni, presidente  della commissione Cultura a palazzo Madama, da sempre sostenitore della sperimentazione avviata dal liceo Leonardo da Vinci di Reggio Calabria e primo firmatario del ddl. «I ragazzi - spiega Pittoni - possono verificare quanto sono portati a tale tipo di studi. Si tratta di un filtro qualitativo in grado da una parte di contenere i numeri e dall'altra di giustificare nuovi investimenti, così da non dover escludere chi merita».

SCUOLA - PITTONI, NO A CONCORSI LOTTERIA

 

Roma, 3 feb. -«Contrariamente a quanto sostiene la senatrice Bianca Laura Granato (M5S), che parla di "assurde richieste dei sindacati", quando la prova concorsuale è effettuata nella modalita di test a risposta chiusa multipla, l'amministrazione può scegliere tra pubblicare preventivamente (20-25 giorni prima) la completa batteria dei test elaborati (solitamente in ragione di un rapporto prossimo a 1:50) da cui verranno estratti i test somministrati per la prova d'esame, oppure limitarsi a elaborare - senza renderli pubblici - i test occorrenti, di fatto però trasformando il concorso in una lotteria». Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama. «È quindi fondata - spiega Pittoni- la tesi dei sindacati che chiedono la pubblicazione dei test. La pre-pubblicazione metterebbe al riparo da contenziosi sul contenuto delle prove. Inoltre ai candidati, cui si domanda di superare una soglia minima di non poco conto, verrebbe garantita la possibilità di verificare preventivamente la loro preparazione su un programma vastissimo: il superamento della prova non equivarrebbe, come affermato impropriamente dalla senatrice Granato, a un esercizio mnemonico, bensì sarebbe la dimostrazione di aver approfondito tutte le parti del programma oggetto della batteria. All'opposto il semplice superamento della prova su un insieme di test che comunque costituiscono una parte limitata del programma, rischia - conclude Pittoni - di essere solo un fatto casuale e aleatorio». 

SCUOLA: PITTONI (LEGA), CONTE PRIMO RESPONSABILE ROTTURA SINDACATI

 

Roma, 31 gen. - «Il Governo e in particolare il premier Giuseppe Conte hanno poco da stupirsi per la rottura dei sindacati della scuola. Gli impegni sottoscritti l'aprile scorso, che avevano portato alla rinuncia allo sciopero generale, sono stati disattesi. Manca la volontà di affrontare seriamente il problema del precariato e la responsabilità è soprattutto di Conte, visto che come nuovo ministro dell'Istruzione ha scelto Lucia Azzolina, che su tale fronte non ha mai manifestato aperture».

Lo dichiara il senatore della Lega Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

SCUOLA: PITTONI, PRECARI SCUOLA TRADITI CON FINTI CONCORSI RISERVATI

 

28 gen - «I concorsi riservati esistono (non solo in Italia) per agevolare categorie che hanno acquisito una specifica esperienza, essendo state a lungo sfruttate in un particolare settore. Se nella scuola, invece di "agevolare", presentano le stesse difficoltà dei concorsi ordinari, diventano una presa in giro giustificata solo da interessi che lievitano in proporzione su corsi e pubblicazioni di preparazione».

 

Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a Palazzo Madama e responsabile Istruzione del partito.

SCUOLA: PITTONI, SCELTE MINISTERIALI CONTRO PRECARI
 

Roma, 26 Gen. - "Il Decreto Scuola e le ultime scelte ministeriali confermano che la linea del Governo è contro i precari". Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama. "Invece di agevolarne la stabilizzazione - spiega Pittoni - riconoscendo l'esperienza acquisita, si accrescono le difficoltà alimentando solo il fiorente mercato di corsi e pubblicazioni di preparazione ai concorsi".

UNIVERSITÀ: PITTONI, BATTAGLIA CONTRO NUMERO CHIUSO A MEDICINA UNISCE EMILIA-ROMAGNA E CALABRIA

Roma, 24 gen. -«La nostra battaglia per superare il numero chiuso nell'accesso ai corsi universitari di medicina, unisce Emilia-Romagna e Calabria. La sperimentazione proposta dall'Università di Ferrara può infatti rappresentare la seconda gamba dell'operazione avviata col percorso di “biologia con curvatura biomedica”, ideato e sperimentato al liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria sin dal 2011». Lo afferma il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega. «La proposta dell'Ateneo emiliano ispirata al modello francese - spiega Pittoni - prevede alcuni esami mirati in un arco di tempo definito, così da scoraggiare i “perditempo” (che puntano sulla fortuna) con la garanzia di maggiore efficacia rispetto agli attuali quiz per individuare attitudine e qualità dei candidati. Da parte sua la sperimentazione "da Vinci", quest'anno presente in 134 licei classici e scientifici distribuiti in tutte le regioni, prevede 150 ore di lezione nel triennio (50 per ogni annualità) in cui i ragazzi possono verificare quanto sono portati a tale tipo di studi (abbandona più di uno studente su tre). Insieme le due esperienze possono quindi costituire un filtro qualitativo in grado da una parte di contenere i numeri e dall'altra – conclude Pittoni - di giustificare nuovi investimenti, così da non dover escludere chi merita».

FOLIGNO, PITTONI: RENZI MALE INFORMATO, MINISTRO INTERVENUTO SUBITO

 

Roma, 27 feb 2019 - "Renzi è male informato. Sul caso di Foligno il ministro Bussetti è intervenuto subito, disponendo la sospensione immediata del docente e avviando il relativo provvedimento disciplinare. Il Ministro dell’Istruzione c’è. Ed è stato il primo ad attivarsi".

 

Così Mario Pittoni, senatore della Lega, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama, replicando all'attacco di Matteo Renzi al ministro Marco Bussetti.

SCUOLA, PITTONI: ACCUSE DI FRATOIANNI A MINISTRO ISTRUZIONE SONO AUTOGOL

 

Roma, 25 feb - "I danni che la sinistra ha creato alla scuola italiana non si cancellano con la sterile polemica di Fratoianni contro il Ministro dell’Istruzione. Anzi, le sue accuse sono un autentico autogol. Gli uffici in staff del ministro Bussetti hanno un costo assai inferiore rispetto a quanto fatto dal Pd la scorsa legislatura. Ridicola anche l’accusa al ministro di aver chiamato a sé collaboratori a lui fedeli, perché questa è appunto la ratio degli uffici di diretta collaborazione a cui si accede, per espressa previsione di legge, per chiamata diretta. Infatti, alla cessazione dell'incarico del ministro, cessano tutti gli incarichi di staff".

 

Lo afferma Mario Pittoni, senatore della Lega, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

SCUOLA, PITTONI: GIUSTO RICONOSCERE ESPERIENZA NELLA SELEZIONE DOCENTI

 

Roma, 25 feb - "Con il decreto Quota 100 diventa legge il mio emendamento che riconosce una cospicua valutazione al servizio nell'ambito del prossimo concorso ordinario per i docenti della scuola secondaria. La supervalutazione dell'esperienza e dei titoli di persone con particolare professionalità, acquisita in anni di servizio precario, avrà l'effetto da una parte di favorire l’assorbimento di vaste fasce di precariato e dall'altra di assicurare appena possibile la copertura dei posti vacanti con personale esperto e professionalmente motivato. Inoltre, fare un concorso a 40-50 anni è dura: si parte troppo svantaggiati rispetto a chi è fresco di studi ed è giusto riconoscere l'esperienza maturata sul campo. L'approvazione dell'emendamento è un primo segnale, pur non risolutivo, di attenzione al problema più volte ricordato dai diretti interessati".

 

Lo afferma Mario Pittoni, senatore della Lega, presidente della commissione Cultura del Senato.

FOIBE, PITTONI: DEPOSITATO DDL PER INDENNIZZO ESULI CON BENI DEMANIO

 

Trieste, 8 feb. - “In vista del “Giorno del ricordo”, abbiamo depositato un disegno di legge che propone “Disposizioni concernenti la concessione dell’opzione di acquisto di beni del demanio e del patrimonio pubblico dello Stato in favore dei titolari di beni, diritti ed interessi abbandonati nei territori italiani ceduti alla ex Jugoslavia”. Dopo la tremenda, bestiale violenza fisica di allora, si ponga fine alla violenza morale, che si trascina ormai da oltre sessant'anni, chiudendo una volta per tutte la questione degli indennizzi a coloro che, nati e cresciuti nei territori ceduti alla ex-Jugoslavia dopo il trattato di pace del 1947 e i loro eredi, non hanno ancora ottenuto, a distanza di tanto tempo, giustizia per avere perso i loro averi, le loro case, i loro ricordi. Un dramma davvero senza fine, se è vero che il nostro Paese, persa la guerra, ha risarcito la Repubblica federale jugoslava con i beni degli sfollati. Non possiamo dimenticare che il debito di guerra è un debito nazionale. E la Convenzione di Ginevra (articoli 46, 47, 53) dice che per i territori ceduti (non dal privato proprietario, ma dallo Stato) l’espropriato ha diritto a un pronto, adeguato ed effettivo rimborso. Cosa mai concretizzatasi. Certo il momento è economicamente difficile. Per questo motivo la nostra proposta prevede che “Ai titolari di beni, diritti ed interessi abbandonati nei territori italiani ceduti alla ex Jugoslavia... venga concessa opzione di acquisto, anche in quote inbrise, a titolo gratuito dei beni del demanio e del patrimonio pubblico dello Stato da inbriduarsi, con propri decreti, dal Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con l'Agenzia del Demanio”. Sia chiaro, comunque, che gli indennizzi sono un dovere del nostro Paese. Non un atto di generosità. Come hanno evidenziato le sezioni unite della Corte di Cassazione con sentenza n. 1549 del 18 settembre 1970, la quale afferma che, in virtù della normativa internazionale (gli accordi bilaterali italo-jugoslavi del 1949 e 1950) e di quella nazionale (legge n. 1064 del 1949) gli esuli, i cui territori sono stati ceduti alla Jugoslavia, hanno diritto al controvalore dei beni perduti secondo i principi della integralità e della proporzionalità”.

 

Lo dichiara Mario Pittoni, Senatore della Lega, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

UNIVERSITÀ, PITTONI: SUPERARE NUMERO CHIUSO A MEDICINA È POSSIBILE

 

Roma, 1 feb - “Premesso che la prima questione da affrontare riguarda l'adeguamento dei fondi per la specializzazione, superare il numero chiuso nei corsi universitari di medicina è possibile. La sperimentazione proposta dall'Università di Ferrara può rappresentare la seconda gamba dell'operazione avviata col percorso di ‘biologia con curvatura biomedica’, ideato e sperimentato dal liceo scientifico ‘Leonardo da Vinci’ di Reggio Calabria sin dal 2011. La proposta dell'Ateneo emiliano ispirata al modello francese prevede alcuni esami mirati in un arco di tempo definito, così da scoraggiare i ‘perditempo’ - che puntano sulla fortuna - e con la garanzia di maggiore efficacia rispetto agli attuali quiz per inbriduare attitudine e qualità dei candidati. Da parte sua la sperimentazione ‘da Vinci’, quest'anno presente in 80 licei classici e scientifici distribuiti in tutte le regioni, prevede 150 ore di lezione nel triennio - 50 per ogni annualità - in cui i ragazzi possono verificare quanto sono portati a tale tipo di studi (abbandona più di uno studente su tre). Insieme le due esperienze possono quindi costituire un filtro qualitativo in grado da una parte di contenere i numeri e dall'altra di giustificare nuovi investimenti, così da non dover escludere chi merita”.
 
Lo afferma Mario Pittoni, Senatore della Lega, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

SCUOLA, PITTONI: VENETO E FRIULI VENEZIA GIULIA TRA REGIONI COINVOLTE IN PROSSIMO STANZIAMENTO SCUOLA DIGITALE

 

Roma, 31 gen - "È destinata ad ampliarsi la platea delle scuole - al momento 60 - situate in aree a rischio, alle quali il Ministero dell'Istruzione intende assegnare fondi per la creazione di ambienti digitali di apprendimento. Veneto e Friuli Venezia Giulia sono tra le regioni coinvolte nel prossimo stanziamento. I parametri per la scelta degli istituti sono quattro: livello di disagio negli apprendimenti, status socio-economico della famiglia di origine, tasso di abbandono e tasso di deprivazione territoriale. Le risorse sono state messe a disposizione con il decreto per la didattica digitale firmato lo scorso novembre dal ministro Marco Bussetti".

 

Lo dichiara Mario Pittoni, senatore della Lega, presidente della commissione Cultura al Senato, responsabile Istruzione della Lega.

MANOVRA, PITTONI: NESSUN TAGLIO FONDI PER LA SCUOLA

 

Roma, 29 dic. - "Non c'è alcun taglio di 4 miliardi all'istruzione e soprattutto nessuna sforbiciata alle spese per i docenti di sostegno. In particolare, i docenti di sostegno si dividono tra quelli di ruolo e quelli aggiuntivi, nominati ogni anno in deroga per garantire il diritto all'istruzione di tutti gli alunni con disabilità. Lo stipendio dei docenti in deroga, da questo esercizio, viene iscritto in bilancio, per convenzione contabile, solo per un anno - di qui l’apparente taglio - e non sul triennio. Naturalmente lo stanziamento sarà rinnovato ogni anno. La legge di Bilancio all'esame della Camera non prevede dunque tagli, bensì nuovi stanziamenti per la scuola. Fra questi, 2.000 docenti in più nella scuola primaria, 400 in più per i licei musicali, 290 educatori in più nei convitti e negli educandati, quasi 300 milioni in più in due anni per il funzionamento delle scuole".

 

Lo dichiara Mario Pittoni, Senatore della Lega, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

SCUOLA, PITTONI: GOVERNO APRIRÀ CANTIERI CHE PD NON AVEVA SAPUTO AVVIARE

 

Roma, 12 dic. - "Il Governo del cambiamento aprirà i cantieri per l'edilizia scolastica che il Governo Renzi non aveva saputo avviare lasciando le risorse chiuse nei cassetti. Il continuo controcanto del rettore dell'ateneo di Firenze Luigi Dei al ministro dell'Istruzione Marco Bussetti appare del tutto fuori luogo e lo porta lontano dal suo ruolo alla guida di una prestigiosa università. Cosa aspetta Dei a candidarsi alle primarie del Partito Democratico?".

 

Lo afferma Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura al Senato e responsabile Istruzione della Lega, replicando al rettore dell'Ateneo toscano che, a margine del simposio delle Università green, ha polemizzato sulle dichiarazioni del ministro Bussetti che ieri aveva chiesto meno compiti per gli studenti durante le festività natalizie.

SENATORI

MASSIMILIANO ROMEO

NEWS       VIDEO

PAOLO TOSATO

NEWS       VIDEO

ENRICO MONTANI

NEWS       VIDEO

MARIA SAPONARA

NEWS       VIDEO

VALERIA ALESSANDRINI

NEWS       VIDEO

PAOLO ARRIGONI

NEWS       VIDEO

LUIGI AUGUSSORI

NEWS       VIDEO

ALBERTO BAGNAI

NEWS       VIDEO

CLAUDIO BARBARO

NEWS       VIDEO

GIORGIO MARIA BERGESIO

NEWS       VIDEO

LUCIA BORGONZONI

NEWS       VIDEO

GIULIA BONGIORNO

NEWS       VIDEO

STEFANO BORGHESI

NEWS       VIDEO

SIMONE BOSSI

NEWS       VIDEO

UMBERTO BOSSI

NEWS       VIDEO

LUCA BRIZIARELLI

NEWS       VIDEO

FRANCESCO BRUZZONE

NEWS       VIDEO

ROBERTO CALDEROLI

NEWS       VIDEO

MAURIZIO CAMPARI

NEWS       VIDEO

STEFANO CANDIANI

NEWS        VIDEO

MASSIMO CANDURA

NEWS       VIDEO

MARIA CRISTINA CANTÚ

NEWS       VIDEO

MARZIA CASOLATI

NEWS       VIDEO

GIAN MARCO CENTINAIO

NEWS           VIDEO

STEFANO CORTI

NEWS       VIDEO

WILLIAM DE VECCHIS

NEWS       VIDEO

ANTONELLA FAGGI

NEWS       VIDEO

ROBERTA FERRERO

NEWS       VIDEO

SONIA FREGOLENT

NEWS       VIDEO

UMBERTO FUSCO

NEWS       VIDEO

UGO GRASSI

NEWS       VIDEO

TONY IWOBI

NEWS       VIDEO

STEFANO LUCIDI

NEWS       VIDEO

MICHELINA LUNESU

NEWS       VIDEO

RAFFAELLA MARIN

NEWS       VIDEO

ROBERTO MARTI

NEWS       VIDEO

TIZIANA NISINI

NEWS       VIDEO

ANDREA OSTELLARI

NEWS       VIDEO

GIULIANO PAZZAGLINI

NEWS       VIDEO

EMANUELE PELLEGRINI

NEWS       VIDEO

PASQUALE PEPE

NEWS       VIDEO

SIMONA PERGREFFI

NEWS       VIDEO

CESARE PIANASSO

NEWS       VIDEO

SIMONE PILLON

NEWS       VIDEO

DAISY PIROVANO

NEWS       VIDEO

PIETRO PISANI

NEWS       VIDEO

MARIO PITTONI

NEWS       VIDEO

NADIA PIZZOL

NEWS       VIDEO

STEFANIA PUCCIARELLI

NEWS       VIDEO

PAOLO RIPAMONTI

NEWS       VIDEO

ALESSANDRA RICCARDI

NEWS       VIDEO

ERICA RIVOLTA

NEWS       VIDEO

GIANFRANCO RUFA

NEWS       VIDEO

MATTEO SALVINI

NEWS       VIDEO

PAOLO SAVIANE

NEWS       VIDEO

ROSELLINA SBRANA

NEWS       VIDEO

ARMANDO SIRI

NEWS       VIDEO

ERIKA STEFANI

NEWS       VIDEO

ELENA TESTOR

NEWS       VIDEO

FRANCESCO URRAO

NEWS       VIDEO

GIANPAOLO VALLARDI

NEWS       VIDEO

MANUEL VESCOVI

NEWS       VIDEO

CRISTIANO ZULIANI

NEWS       VIDEO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GRUPPO LEGA NORD E AUTONOMIE PIAZZA MADAMA 1 00186 ROMA Partita IVA: