Maria Saponara

AMBIENTE, SAPONARA: SICUREZZA DEI TERRITORI ISTANZA FONDAMENTALE DEL GOVERNO

 

Roma, 28 feb - "Con l'approvazione del "Proteggi Italia", La Lega ed il governo mantengono un'ulteriore promessa fatta ai territori, ai cittadini. La lotta al dissesto idrogeologico e la promozione della messa in sicurezza delle comunità sono patrimonio dell'azione di governo e del programma elettorale. I capisaldi del provvedimento sono quattro: emergenza, prevenzione, manutenzione e semplificazione della governance. Una "terapia del territorio", come l 'ha definita il premier Conte, che riguarda tutte le regioni, da Nord a Sud. Nel dettaglio, 10,853 miliardi, per il triennio 2019-2021, costituiscono il fondo a disposizione degli enti locali e delle regioni. Nello specifico, 3,1 miliardi, di immediata disponibilità, andranno alle sedici regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano, colpite dal maltempo nei mesi di ottobre e novembre dello scorso anno e per le quali è stato decretato lo stato di emergenza; 6 miliardi e 599 milioni di euro costituiranno invece i fondi per la prevenzione, ossia per interventi strutturali, su impulso dei Presidenti di Regione in qualità di commissari straordinari per il dissesto. Per l'Emilia Romagna, nel triennio sopraindicato, saranno stanziati 135.011.054,78 euro. Stiamo lavorando perché il coordinamento delle risorse, la semplificazione delle procedure, la promozione di maggior investimenti e la loro sicura allocazione siano da garanzia per gli amministratori e i cittadini dei territori sofferenti confermando loro così che la buona politica non può prescindere dalla loro sicurezza".

 

Lo dice in una nota la senatrice della Lega, Maria Gabriella Saponara.

DECRETONE, SAPONARA: STOP ALLA FORNERO, OPERA DI GIUSTIZIA SOCIALE

 

Roma, 27 feb - "Con 149 voti favorevoli, 110 contrari e 4 astenuti, il decreto legge contenente le misure relative a "Quota100" ed al Reddito di Cittadinanza è stato approvato dal Senato: grande soddisfazione per una misura che sentiamo essere una fondamentale opera di giustizia sociale. Le dichiarazioni di voto delle opposizioni e le incresciose messe in scena improvvisate in aula hanno chiaramente dimostrato chi veramente vuole bene agli italiani, e si sta impegnando per restituire dignità a tutti i cittadini, e chi, aprioristicamente e faziosamente, contesta le nostre scelte dimenticandosi di essere gli stessi protagonisti che nelle passate legislature, con una arrogante politica di austerità, ha solo fatto del male al nostro paese e alla nostra economia. Notiamo con stupore come ora pretendano di indicarci soluzioni e buone prassi dando, però, luogo ad una lecita domanda, vale a dire: se le avevano a disposizione perché mai non le hanno applicate avendone avuto tempo ed opportunità? Con "Quota100", di cui ad oggi sono arrivate 70.910 domande di adesione, smontiamo una delle peggiori leggi degli ultimi anni, la riforma Fornero, e con sessantadue anni e trentotto anni di contributi, e soprattutto senza alcuna penalizzazione, finalmente consentiamo ad oltre un milione di persone, tra cui trecentocinquantamila donne, nei prossimi tre anni, di godersi una meritata pensione. Con il Reddito di Cittadinanza di cui con lealtà verso i nostri alleati di governo abbiamo condiviso spirito e percorso, sosteniamo chi è in cerca di un lavoro per collocarsi o ricollocarsi nel ciclo produttivo. Questo è il percorso che i cittadini e i nostri elettori ci chiedevano di intraprendere: con serietà e con buonsenso possiamo dire che stiamo realizzando quanto promesso loro".

 

Lo dichiara la senatrice della Lega Maria Gabriella Saponara.

BILANCIO 2019, SAPONARA: ECCO TUTTE LE MISURE A FAVORE DELLA DISABILITÀ; IN ARRIVO CODICE UNICO

 

Roma, 5 feb - "Finalmente, con la Legge di Bilancio 2019, si è deciso di porre la disabilità in stretta relazione a tutti gli altri settori che compongono la vita sociale. Seguendo questa indicazione, il Fondo per le Politiche Sociali è stato aumentato di 120milioni passando da 280 a 400milioni di euro; il Fondo per la non autosufficienza è passato da 450 a 550milioni dal 2019 in poi; 100milioni in più sono stati stanziati per il trasporto e l'assistenza scolastica dei disabili; è stato potenziato inoltre il fondo per il care-giver familiare di 5milioni per ciascuno degli anni del triennio 2019-2021; infine, sono stati stanziati 1,5milioni per ogni anno del triennio 2019-2021 per la promozione dei diritti e le opportunità delle persone disabili attraverso la disability card". Così la senatrice Maria Gabriella Saponara, commentando le misure adottate dal governo per fronteggiare le istanze che arrivano dal mondo della disabilità. "La decisione del nostro governo di affidare al Ministero della Famiglia anche il settore della disabilità si conferma giusta: operando in questa direzione, si è posto in discussione un modo di vedere la disabilità come qualcosa di distaccato da tutto il resto, quando invece è strettamente connessa a tutti gli altri settori della vita quotidiana, primo fra tutti quello che afferisce alla famiglia. La disabilità è una condizione trasversale ed in quanto tale deve essere trattata: è impensabile risolvere i problemi legati alla disabilità parlando solo di salute, o solo di politiche sociali o di trasporti, così a compartimenti stagni., senza comprendere come la disabilità sia un insieme necessario da trattarsi in maniera completa, senza settorializzazioni. Questo differente approccio al tema della disabilità, risponde all'esigenza di lasciarsi alle spalle uno stantio modo di rapportarsi con il fenomeno, superando una improduttiva accezione negativa, considerando i disabili persone la cui dignità non può essere in alcun modo oggetto di valutazione. Chiaramente, tuttociò va supportato da misure economiche che realizzino questi precisi obiettivi, lungo un percorso che, con il varo della Legge di Bilancio 2019, crediamo di aver convintamente intrapreso". Saponara sottolinea come tra le misure messe in campo ci sia un Fondo per l'inclusione delle persone sorde e con ipoacusia sostenuto con uno stanziamento di 3 milioni di euro per il 2019, 1 milione di euro per il 2020, e 3 milioni di euro il 2021; stesso apporto è stato riservato al Fondo per il Dopo di Noi con un esborso pari a 56,1 milioni di euro; al Fondo per l'accessibilità e la mobilità delle persone con disabilità con una dotazione, per il 2019, di 5 milioni di euro per interventi finalizzati all'innovazione tecnologica delle strutture, contrassegno e segnaletica e per la mobilità delle persone con disabilità; fino all'incrementato di 10 milioni di euro, per il 2019, del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili. "Di fondamentale importanza- conclude la senatrice- "è inoltre il codice unico per la disabilità al quale si è iniziato a lavorare per poter procedere ad un riordino complessivo delle leggi sulla disabilità. Questo bisogno nasce dalla necessità dell'esecutivo di aiutare ad applicare meglio le leggi, di favorire il legislatore a promuovere una più snella azione legiferatrice in materia, di consentire agli enti locali di misurare i bisogni delle comunità e, infine, di sostenere la magistratura nella applicazione del diritto e nella somministrazione della pena. Per l'elaborazione del codice unico della disabilità i principali interlocutori saranno le associazioni sia a livello nazionale che locale, perché sono loro che hanno l'esatta conoscenza delle istanze e del complesso delle soluzioni necessarie".

SICUREZZA, SAPONARA: DA CASA ACCUSE PRETESTUOSE, IL DECRETO SALVINI UTILE ANCHE A PARMA

 

Roma, 31 gen - "Anziché attaccare il Governo attuale l'assessore Casa farebbe bene a rivolgere le sue obiezioni al suo sindaco ed al resto della maggioranza di cui fa parte, vista l'inefficacia della politica di sicurezza pubblica che da anni perseguono a Parma e che tanto disagio ha generato e continua a generare tra i cittadini". Questo il commento a caldo della senatrice della Lega Maria Gabriella Saponara a fronte delle accuse che l'assessore Casa ha lanciato al governo giallo-verde all'indomani dei fatti di cronaca che hanno coinvolto richiedenti asilo e carabinieri. "Mi stupiscono le parole dell'assessore declamate quasi scimmiottando quello che da anni noi affermiamo a fronte di una politica da parte della maggioranza pizzarottiana che va contro la sicurezza, come anche dimostra la pretestuosa contrarietà al decreto Salvini il quale, assicurando espulsioni certe per chi commette reati e aumentando consistentemente il numero delle forze dell'ordine sul territorio, va esattamente nella direzione reclamata dall'assessore Casa". "Per anni si è negata l'evidenza dei fatti e quando, noi della Lega, abbiamo evidenziato lo stato di insicurezza nel quale versa la città ducale, siamo stati snobbati e derisi da un'amministrazione che ha consentito che questa situazione degenerasse. Ora vogliono correre ai ripari, addossando a noi, che siamo al governo da soli otto mesi, la responsabilità di questa situazione, per poi prendersi il merito delle soluzioni. Trovo tuttociò francamente sconcertante, così come sconcertante è il fatto che, mentre l'assessore Casa supplica l'intervento dell'esercito, nella stessa maggioranza ci sia chi pratica lo sciopero della fame assumendo posizioni in evidente contrasto e che tendono alla direzione opposta. Auspicando che facciano chiarezza dei loro intenti e assumano una linea unitaria anche in tempi celeri, poiché ne va della sicurezza della città, invito l'assessore Casa a riflettere sull'eventualità di schierarsi a fianco dei nostri consiglieri comunali, dal momento che il suo pensiero sulle strategie per garantire la massima sicurezza alla nostra città sembra allinearsi alle nostre battaglie, che con convinzione e passione da anni combattiamo col solo obiettivo di garantire benessere, decoro e pubblica sicurezza a tutti i cittadini".

 

Lo dichiara Maria Gabriella Saponara, senatrice della Lega.

SANITÀ, PARLAMENTARI LEGA: BENE DIALOGO CON MINISTERO SU PUNTI NASCITA REGIONE EMILIA ROMAGNA

 

Roma, 29 gen - "Esprimiamo soddisfazione perché, a seguito della presentazione di nostre interrogazioni alla Camera ed al Senato già tra novembre e dicembre dello scorso anno, il Ministro Grillo ha rapidamente manifestato attenzione alle questioni da noi sollevate, garantendo che vi sarà un percorso di approfondimento sui rilievi fatti. Le tematiche del territorio montano, le esigenze delle famiglie e le istanze delle comunità locali delle quali ci facciamo portatori, sono per noi, eletti della Lega, di fondamentale importanza e a loro destiniamo le nostre attenzioni. Aver trovato utile collaborazione e sintonia con il dicastero dedicato ci lascia ottimisti per un esito condiviso della materia. Auspichiamo, infine, che anche la Regione, di cui le competenze in materia non sono di secondaria importanza, comprenda appieno gli interessi delle nostre comunità e che i bisogni che esse esprimono non sono barattabili in una futile logica politica e quindi inizi la procedura per la riapertura dei punti nascite di Borgo Val di Taro, Castelnovo né' Monti e Pavullo".

 

Lo dicono in una nota congiunta i senatori Maria Gabriella Saponara, Maurizio Campari con i deputati Gianluca Vinci, Giovanni Battista Tombolato, Laura Cavandoli, Guglielmo Golinelli.

INSULTI ALLA LEGA, SAPONARA: SILENZIO ASSORDANTE DA CHI SI PROFESSA DIFENSORE DELLA DEMOCRAZIA

 

Roma, 21 nov - "Ancora una volta Parma, la mia, la nostra città, è stata oggetto di atti che meritano il giusto biasimo e la necessaria stigmatizzazione. I muri di uno degli edifici che ospitano l'Università, plance pubblicitarie e facciate di edifici privati sono stati imbrattati da scritte offensive rivolte alle Forze dell'Ordine, definite spregevolmente "sbirri", ai vicepremier Salvini e Di Maio, al mio collega di partito, senatore Pillon, dichiarando nei loro confronti sentimenti di odio e di disprezzo. Da Parma spostiamoci a Roma dove nell'Aula nella quale esercito il mandato popolare conferitomi, nei giorni precedenti il fatto riportato, alcune frange dell'opposizione - definendoli atti lesivi della libertà di manifestare e di opinione - polemizzavano contro i necessari controlli eseguiti durante la manifestazione tenuta a Roma lo scorso 10 novembre contro le politiche del governo, e nello specifico contro quelli esercitati nei confronti di una donna sorpresa ad insultare pubblicamente il vice premier Salvini. A fronte di quanto riportato, verifico che la tanto invocata libertà di pensiero e di manifestare sia intesa a senso unico e che chi non si adegua a un pensiero permissivo e lassista sia automaticamente bollato negativamente e definito all'occorrenza fascista, xenofobo, razzista e fomentatore di odio. Confermando la mia personale condanna per le incresciose scritte sui muri di Parma, frutto di un indirizzo di pensiero che individua in chi vuole riportare ordine e dignità in questo nostro Paese l'incarnazione delle peggiori nefandezze, trovo realmente sconfortante il silenzio e la mancanza di condanna di questi ignobili atti da parte di chi invece invoca la libertà di manifestare e di pensiero in nome della nostra democrazia. La speranza che qualcosa possa cambiare non la perdiamo: va detto, però, che se ancora non è morta davvero non gode di ottima salute".

 

Lo dice in una nota la senatrice della Lega, Maria Saponara.

DL SICUREZZA, SAPONARA: PIÙ SICUREZZA E LEGALITÀ A FAVORE DEI CITTADINI, ECCO IL DECRETO SALVINI

 

Roma, 5 nov - "Che i temi dell'immigrazione e della sicurezza siano stati gestiti fino a pochi mesi fa con grande incompetenza e leggerezza è sotto gli occhi di tutti. Altrettanto appare chiaro come il decreto in approvazione sia un atto conseguente, necessario e dovuto per ristabilire la giusta misura di ordine e di legalità. Grazie alle fallimentari politiche dei precedenti governi, la situazione è chiaramente sfuggita di mano e se ora ci ritroviamo città che vantano interi quartieri ostaggio della malavita, inaccessibili e invivibili per gli onesti cittadini, costretti spesso a barricarsi in casa propria, sappiamo a chi indirizzare le nostre lamentele. La percezione della sicurezza è stata ridotta a bassissimi livelli e per questo si è reso necessario da parte dell'attuale esecutivo intraprendere un percorso volto a restituire quell'ordine nelle nostre città e nella vita civile che sono venuti a mancare. Questo decreto legge non vuole essere, come afferma qualcuno, un provvedimento discriminatorio o peggio ancora che va a ledere i diritti umani; ha un intento ben preciso, rimediare cioè alla precedente mala gestione della sicurezza pubblica, ristabilendo le regole necessarie per una civile convivenza. È singolare che da una ben definita parte politica provengano critiche sulla conformità del provvedimento, così come le accuse di incostituzionalità contenute in diversi articoli di giornale, ricordano le stesse accuse mosse qualche mese fa in occasione della vicenda "Diciotti", il cui esito tutti ben conosciamo. Chi come me ha lavorato a questo decreto nelle commissioni parlamentari che se ne sono occupate, sa come le accuse di "caduta di civiltà" o di "smantellamento del sistema di integrazione" siano a dir poco risibili soprattutto se messe a paragone con il grado di civiltà ed integrazione espressi dai numerosi atti violenti che la cronaca ci ha consegnato ultimamente. Si è parlato di "norme riprovevoli", di spensierata e "pericolosa propaganda", che dovremmo "porgere delle scuse agli italiani". La realtà dei fatti dice che le scuse le debbono porgere semmai quelle forze politiche che, negli anni, hanno progressivamente scippato gli italiani del loro sacrosanto diritto alla sicurezza, in casa propria o in giro per le città. Il governo del cambiamento è andato dritto per la sua strada ed il decreto è approdato in Senato come atto dovuto nei confronti dei tanti cittadini per bene ed anche di tutti gli stranieri che dell'Italia hanno fatto la loro casa, lavorando onestamente e rispettandone le leggi: sono loro, spesso, i primi a chiedere legalità e sicurezza. Punti chiave della nostra provvedimento: il decreto soppianta la protezione umanitaria a favore di alcune fattispecie di permessi speciali, e questo in considerazione del fatto che di questo istituto, introdotto il Italia nel 1998, si è abbondantemente abusato; 23% contro il 7% di status di rifugiato, e il 4% di protezione sussidiaria. Non viene quindi leso alcun diritto umano, come qualcuno vuol far credere in quanto, la protezione internazionale, diversa dalla protezione umanitaria, resta garantita dall’art.10 comma 3 della Costituzione. Il decreto va poi a garantire gli Sprar solo agli aventi diritto, a coloro cioè a cui viene riconosciuto lo stato di rifugiato, la protezione sussidiaria o speciale e ai minori non accompagnati fino a conclusione della procedura di domanda di protezione. Un provvedimento teso a contenere la spesa pubblica che non produrrà l'elevato numero di clandestini che le opposizioni paventano; a tale proposito vale la pena ricordare che grazie ad una un'incisiva azione di governo e nello specifico del Ministro dell'Interno Matteo Salvini gli sbarchi sono grandemente diminuiti passando dai circa 122mila del 2017 ai circa 22mila del 2018, 87% in meno Ultimo ma non per questo minoritario è il capitolo che riguarda le forze dell'ordine; anche qui in soccorso arrivano i numeri: con fondi esclusivamente del Ministero dell'Interno, a cui quindi si potranno aggiungere fondi provenienti da altri Ministeri, sono stati destinati alla Polizia di Stato 10,5 milioni di euro per il 2018, e 36,65 milioni per ciascun anno dal 2019 al 2025; per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sono stati destinati 4,5 milioni per il 2018 e 12,5 milioni di euro per ciascun anno dal 2019 al 2025 con la previsione di andare ad effettuare con la prossima legge di bilancio 1500 assunzioni per coprire il 50% del fabbisogno effettivo di Vigili del Fuoco. Crediamo che i fatti valgano più di mille parole e di sterili polemiche: legalità e sicurezza da restituire ai cittadini sono per noi impegni irrinunciabili".

 

Lo afferma la senatrice della Lega Maria Saponara.

SENATORI

MASSIMILIANO ROMEO

NEWS       VIDEO

PAOLO TOSATO

NEWS       VIDEO

ENRICO MONTANI

NEWS       VIDEO

STEFANIA PUCCIARELLI

NEWS       VIDEO

CRISTIAN SOLINAS

NEWS       VIDEO

PAOLO ARRIGONI

NEWS       VIDEO

ROBERTO CALDEROLI

NEWS       VIDEO

LUIGI AUGUSSORI

NEWS       VIDEO

ALBERTO BAGNAI

NEWS       VIDEO

CLAUDIO BARBARO

NEWS       VIDEO

GIORGIO MARIA BERGESIO

NEWS       VIDEO

ANNA CINZIA BONFRISCO

NEWS       VIDEO

LUCIA BORGONZONI

NEWS       VIDEO

GIULIA BUONGIORNO

NEWS       VIDEO

STEFANO BORGHESI

NEWS       VIDEO

SIMONE BOSSI

NEWS       VIDEO

UMBERTO BOSSI

NEWS       VIDEO

LUCA BRIZIARELLI

NEWS       VIDEO

FRANCESCO BRUZZONE

NEWS       VIDEO

MAURIZIO CAMPARI

NEWS       VIDEO

STEFANO CANDIANI

NEWS        VIDEO

MASSIMO CANDURA

NEWS       VIDEO

MARIA CRISTINA CANTÚ

NEWS       VIDEO

MARZIA CASOLATI

NEWS       VIDEO

GIAN MARCO CENTINAIO

NEWS           VIDEO

WILLIAM DE VECCHIS

NEWS       VIDEO

ANTONELLA FAGGI

NEWS       VIDEO

ROBERTA FERRERO

NEWS       VIDEO

SONIA FREGOLENT

NEWS       VIDEO

UMBERTO FUSCO

NEWS       VIDEO

TONY IWOBI

NEWS       VIDEO

RAFFAELLA MARIN

NEWS       VIDEO

ROBERTO MARTI

NEWS       VIDEO

TIZIANA NISINI

NEWS       VIDEO

ANDREA OSTELLARI

NEWS       VIDEO

GIULIANO PAZZAGLINI

NEWS       VIDEO

EMANUELE PELLEGRINI

NEWS       VIDEO

PASQUALE PEPE

NEWS       VIDEO

SIMONA PERGREFFI

NEWS       VIDEO

CESARE PIANASSO

NEWS       VIDEO

SIMONE PILLON

NEWS       VIDEO

DAISY PIROVANO

NEWS       VIDEO

PIETRO PISANI

NEWS       VIDEO

MARIO PITTONI

NEWS       VIDEO

NADIA PIZZOL

NEWS       VIDEO

PAOLO RIPAMONTI

NEWS       VIDEO

ERICA RIVOLTA

NEWS       VIDEO

GIANFRANCO RUFA

NEWS       VIDEO

MATTEO SALVINI

NEWS       VIDEO

MARIA SAPONARA

NEWS       VIDEO

PAOLO SAVIANE

NEWS       VIDEO

ROSELLINA SBRANA

NEWS       VIDEO

ARMANDO SIRI

NEWS       VIDEO

ERIKA STEFANI

NEWS       VIDEO

DONATELLA TESEI

NEWS       VIDEO

GIANPAOLO VALLARDI

NEWS       VIDEO

MANUEL VESCOVI

NEWS       VIDEO

CRISTIANO ZULIANI

NEWS       VIDEO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GRUPPO LEGA NORD E AUTONOMIE PIAZZA MADAMA 1 00186 ROMA Partita IVA: